Giochi d’acqua per bambini: idee divertenti

Giochi d’acqua fai da te

È risaputo che i bambini amano l’estate, il mare e soprattutto i gavettoni, giochi d’acqua per bambini per eccellenza. Questi ultimi, infatti, sono il primo dei giochi d’acqua fai da te a cui si può pensare. Basta riempire dei semplici palloncini con dell’acqua del rubinetto della cucina o di una fontana e poi lanciarseli a vicenda. Ovviamente sarebbe preferibile farlo in un posto adatto alla situazione come ad esempio un giardino o in spiaggia e magari indossando dei costumi da bagno per non correre il rischio di inzuppare i vestiti puliti. Naturalmente bisogna prestare attenzione a non scivolare e a non farsi del male! Esistono anche dei palloncini appositi per i giochi d’acqua che risultano più semplici da far scoppiare e che riescono a contenere più acqua di quelli normali. Inoltre, se non si hanno a disposizione dei palloncini di qualsiasi tipo, è possibile usare i guanti in lattice e riempirli sempre al rubinetto. Il risultato sarà divertente e bizzarro.

Se si è al mare e non si hanno a disposizione palette e secchielli, saranno necessari solamente un paio di bicchieri di plastica per farsi dei gavettoni (e magari anche per costruire castelli di sabbia con l’ausilio della sabbia bagnata).

Un altro dei giochi d’acqua per bambini fai da te molto popolare, più tranquillo e semplice, sicuramente adatto per i bambini più piccoli (sotto i cinque anni) sono le classiche paperelle gialle o altri animaletti in plastica che galleggiano nella vasca da bagno: perfette per giocare e per permettere ai genitori di lavare il bimbo senza che faccia troppi capricci.

Giochi d’acqua in giardino

Se poi si ha a disposizione un giardino per giocare in estate, i giochi d’acqua per bambini possono dirsi infiniti: serviranno un paio di secchi, una manciata di spugnette e qualche pistola d’acqua e le combinazioni per giocare saranno innumerevoli.

Un gioco molto conosciuto e divertente soprattutto se c’è un numeroso gruppo di bambini è quello di dover portare più acqua possibile nel secchio, in fila divisi in 2 squadre, con la spugna in testa per poi strizzarla nel secchio della propria squadra. Vince la squadra che alla fine ha riempito di più il secchio e di conseguenza saranno anche i bambini più bagnati in testa che hanno trasportato bene le spugne. Questo gioco è perfetto per le giornate afose, per tenere comunque i bambini in movimento e con la testa bagnata per evitare insolazioni. Si raccomanda sempre di spalmare abbondante crema solare per qualsiasi gioco d’acqua in giardino.

Giocando di fantasia poi si può fingere che le pistole ad acqua siano delle pistole laser e si potrebbe inscenare una battaglia epica a colpi di spruzzi d’acqua. O ancora con delle bende e delle bandane si può ricreare una piccola banda di pirati che lottano per il tesoro misterioso duellando con gavettoni e pistole ad acqua.

Se il giardino è abbastanza grande e lo permette si può attrezzare con dei gonfiabili particolari adatti proprio per i giochi acquatici. Si tratta di castelli o piccoli scivoli che renderanno il giardino di casa un piccolo parco divertimenti per i propri figli.

admin Autore